Home | Accesso al sommario

Incuriosando: incuriosire curiosando

Come nasce il progetto incuriosando? Incuriosando nasce ad una fermata della metro A in un afoso aprile romano. Sei lì e aspetti la metro, in mezzo a mille pellegrini che si recano in Vaticano, in mezzo a mille persone che vanno al lavoro o a fare shopping, turisti e studenti, sei lì e ti meravigli di come la gente non sia in grado di fare discorsi propri, ma si limiti al sentito dire: "lo hanno detto in TV!" Come se la TV fosse l'oracolo onnisciente della nostra vita. Mezze notizie mal riportate in una discussione che sta a metà tra il sensazionalismo e l'incredulo, senza nessuno che sentisse la necessità di provare ad approfondirle.

E così una romana e un comasco, osservando le mille vite che si intrecciano a una fermata e poi sui vagoni della metro, hanno pensato che fosse un problema di cultura. Già! Il prendere tutto per oro colato, non porsi il problema di approfondire quello che raramente si legge, e più frequentemente si guarda. Ma dov'è finito il piacere di curiosare sulle cose che ci appassionano, il piacere di incuriosirsi e incuriosare gli altri, la voglia di arrivare alla verità...

E così, ci raccontano gli amici di Incuriosando, a un anno di distanza da quelle elucubrazioni, eccoli in pista! Eccoli partiti con Incuriosando, il sunto di tutte le loro osservazioni romane. Incuriosando: incuriosire curiosando. Cosa potrebbe descrivere il loro intento meglio di questo piccolo slogan? Trovare una notizia, approfondirla, divulgarla, invitare a verificarla, ognuno per conto proprio. Ma non solo, condividere le proprie ricerche, discutere sui diversi risultati e ovviamente invitare ad approfondirla ulteriormente e poi ancora ad ogni nuovo contributo, perchè il lavoro di ognuno seppur piccolo, arricchisce tutti e dà spunti per continuare il percorso di apprendimento, in un gioco che è allo stesso tempo individuale e di gruppo. Mille sfaccettature di uno stesso fenomeno che si integrano e arrivano a completare un puzzle anche complesso passo dopo passo.

Curiosi, curiosi come solo sa essere un gatto (e non a caso un gatto è il loro simbolo). Il tutto permeato da un ingrediente indispensabile: il piacere, il divertimento. Perché la conoscenza, la scoperta, l'approfondimento non deve essere un lavoro, uno sforzo, ma qualcosa che appassiona e accompagna nel tempo libero, un divertimento e un piacere. Il tutto con l'obiettivo di far esclamare ai lettori: Incuriosando? So fun, so useful... (pare che nella lingua del bardo questo significhi: così divertente, così utile...)